Venerdì, Settembre 25, 2009

● Persone o locuste?

JPN

All’aumento della popolazione sono riconducibili tutti i problemi delle società contemporanee: produrre più di cibo, più energia, aumento dei rifiuti, aumento dell’anidride carbonica, sempre più cemento a sostituire la vegetazione e quindi sempre meno ossigeno.
Negli ultimi duecento anni la popolazione della Terra è esponenzialmente aumentata: grazie ai progressi della medicina e alle migliorate condizioni di vita sono state debellate molte malattie a carattere epidemico, ma ha svolto un ruolo importante anche l’alimentazione più abbondante e varia che rende l’organismo umano più resistente. Attualmente la popolazione della terra ha superato i 7 miliardi di abitanti e tende ancora ad aumentare, aggravando ancor più le problematiche riguardanti l’ inquinamento, la desertificazione, la diminuzione delle risorse e delle specie animali e vegetali, il dissesto idrogeologico, la modifica nelle catene alimentari, lo smaltimento dei rifiuti.

Nonostante ciò in Italia vengono incentivate le nascite, nella speranza di creare future api operaie (solo quelle interessano) per servire inutili alveari con a capo voraci api regine, perché i posti migliori sono già tutti occupati, perché chi studia e si laurea al massimo può ambire a portare l’altrui valigia, o a vendersi alla lobby di turno. Chi incassa da decenni ha bisogno di manovalanza che svolga le più umili mansioni. Non penserete mica di trovare in Italia un lavoro appagante? Pure studiare e laurearsi non serve a nulla, perché i posti di lavoro, ai quali DEVONO ambire i laureati, si tramandano di padre in figlio, oppure sono a nomina politica.
E’ una società basata sulla logica della crescita continua, per l’arricchimento di poche api regine. Solo le locuste agiscono così in natura: si spostano, esauriscono le risorse e poi ripartono (ma almeno le locuste non hanno re o regine).

Quanto si starebbe bene con una popolazione notevolmente meno numerosa: non servirebbe lavorare, il cibo lo si prenderebbe dagli alberi e tutta la popolazione avrebbe più spazio, più verde, case e giardini grandi come campi di calcio.



Condividi

JusPrimaeNoctis on Facebook
Vai su

Area amministrazione