Domenica, Ottobre 18, 2009

● Il discorso tipico dello schiavo

Perché dovete lavorare 8 ore al giorno 5/6 giorni su 7? Ci avete mai pensato, anche se solo una volta?
Facciamo finta che l’impresa “LADRONI Spa” sia in concorrenza con la società “BANDA BASSOTTI Srl” e che nel mercato non ci siano altre imprese. Producono lo stesso prodotto e hanno lo stesso numero di operai.
L’unico modo per la LADRONI Spa di produrre più velocemente e di più della BANDA BASSOTTI Srl è quello di far lavorare di più i suoi operai. E lo fa. Però la BANDA BASSOTTI Srl lo viene a sapere e fa la stessa cosa con i suoi operai.
Prima, gli operai di entrambe le aziende lavoravano 3 ore al giorno, adesso 4.
Allora la LADRONI Spa ha un’idea geniale: far lavorare i suoi uomini 5 ore al giorno! Guarda caso proprio la stessa idea che ha avuto contemporaneamente anche la BANDA BASSOTTI Srl!
E così procedono entrambe portando l’orario di lavoro fino a 12 ore quotidiane. A questo punto però, qualcuno dei lavoratori inizia a star male. Qualcuno inizia a mormorare male parole nei confronti del datore di lavoro. Qualcuno, ancora, si ribella e decide di non lavorare affatto; e trascina nella sua protesta anche i colleghi. Gli operai creano un comitato che viene incaricato di gestire i loro interessi nei confronti sia della LADRONI Spa che della BANDA BASSOTTI Srl.
Ma anche le due aziende, e prima degli operai, si erano dotate di un comitato di affari comune, pronto a regolare i loro rapporti con i lavoratori.
I due comitati s’incontrano e decidono che 8 ore di lavoro al giorno sono un buon risultato, che accontenta sia i datori di lavoro che i lavoratori.
E qui nasce il paradosso! Rappresentando tutto il mercato (tutte le aziende) e tutti i lavoratori, essendo lo scopo della riunione “evitare di farsi concorrenza tramite l’aumento indiscriminato delle ore-lavoro”, perché non hanno fissato le ore-lavoro giornaliere a 3 o a 2? Se lo avessero fatto i ritmi di produzione sarebbero stati semplicemente più lenti per tutti, mantenendo inalterati i profitti. Tutto qui.
Invece hanno fissato un numero di ore di lavoro quotidiano talmente elevato (quanto inutile) per un altro motivo. Certo, ma quale?

A me ne viene in mente solo uno.

Se TU sei occupato tutto il giorno a lavorare e, tra viaggio d’andata e viaggio di ritorno verso la sede del lavoro perdi almeno un’altra ora, ecco che non ti rimane il tempo materiale - MA NEMMENO LA VOGLIA - di dedicarti ad altro.
E cosa potrebbe essere questo altro? Ma ovviamente gli affari dei gestori dei due comitati, che nel frattempo si sono accorti di essere più furbi degli operai. E hanno trovato molti modi leciti ed illeciti di arricchirsi senza lavorare ma, soprattutto, senza produrre niente.

Se d’inverno ti alzi col buio e rientri a casa col buio, poco importa se ti perdi la luce del sole per 6 mesi, basta che rientri a casa distrutto, con la zucca vuota, e tutto quello che puoi fare é gettarti sul divano, accendere la TV e dare vita a tutti gli immortali Pippi Baudi e Maurizi Costanzi che contiene.
Meglio che tu stia lì, a rimpinzarti di idiozie, piuttosto che a leggere un libro o cercare su Google, per esempio, “mafia stato rapporti”. Giusto?


Condividi

JusPrimaeNoctis on Facebook
Vai su

Area amministrazione