Martedì, Giugno 1, 2010

● Cose dell’altro mondo

Jon Gnarr e Beppe Grillo

A leggere la notizia sembra si tratti di cose dell’altro mondo. Nello stivale tutto cambia con estrema lentezza, altrove, invece, i ritmi sono decisamente più elevati.

Gli elettori islandesi, che si stanno ancora riprendendo dallo shock dell’inchiesta parlamentare che ha svelato le connessioni tra alcuni politici e i banchieri responsabili della colossale crisi economica del 2009, hanno evidentemente voluto esprimere un voto di protesta contro la classe politica tradizionale.

Il “Partito Migliore” ha fatto la sua comparsa nel panorama politico locale solo sei mesi fa, come movimento di protesta contro le istituzioni politiche tradizionali, ritenute responsabili della gravissima crisi.

Al primo appuntamento elettorale, la nuova formazione di Jon Gnarr è risultata il primo partito della capitale con il 34,7% dei voti. Lo schieramento vincente ha candidato attori, musicisti, casalinghe e personaggi dello spettacolo, utilizzando YouTube per la propria campagna elettorale.

Per le elezioni il “Partito Migliore” ha pubblicato un video ufficiale, ironico e dissacrante, titolato “Noi siamo i migliori”, cantato sulle note di “Simply the best”, un vecchio successo di Tina Turner.

Dopo il risultato vincente Jon Gnarr, che conduce anche una popolare trasmissione radiofonica, potrebbe diventare il nuovo sindaco di Reykjavik.

In soli sei mesi a Reykjavik hanno cambiato la classe politica. In Campania, dopo anni di lavoro sul territorio, il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo ha preso l’1,3% dei consensi.

Gli islandesi sono 33,4 volte più veloci degli italiani… e un sacco di altre cose.


Condividi

JusPrimaeNoctis on Facebook
Vai su

Area amministrazione